Home Emergenza sanitaria Covid-19 Supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e Rete delle scuole che Promuovono Salute

Supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e Rete delle scuole che Promuovono Salute

Lettera del coordinamento regionale SPS Lombardia alle scuole

Il Ministero dell’Istruzione ha siglato un Protocollo d’Intesa con l’Ordine Nazionale degli Psicologi per fornire un supporto psicologico su tutto il territorio nazionale rivolto al personale scolastico, agli studenti e alle famiglie per rispondere ai disagi derivati dall’emergenza COVID-19. È stato successivamente firmato un accordo integrativo che disciplina le modalità di integrazione dello psicologo nella scuola e pubblicata una circolare MIUR del 26 ottobre che chiarisce ulteriori elementi.

Alla luce di questi documenti, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e l’Ordine degli Psicologi della Lombardia hanno pubblicato una nota e alcune indicazioni operative per affiancare le Istituzioni scolastiche nella predisposizione dei bandi per la selezione degli esperti per il supporto psicologico alle scuole. Le indicazioni sottolineano come tale protocollo rappresenti “l’opportunità concreta per tutti gli attori in campo di dare vita a una Scuola in cui nessuno viene lasciato indietro, dove il diritto allo studio torna ad essere al centro delle politiche scolastiche così come del sentire comune.” Il finanziamento “è, inoltre, l’occasione per uniformare, nel rispetto delle autonomie scolastiche, la modalità di erogazione del servizio condividendo uno schema di bando che non può prescindere dagli elementi fissi già definiti dal Protocollo”.

Il Protocollo e i successivi documenti prevedono che:

  • Tutte le direzioni scolastiche che non hanno un servizio psicologico attivo, devono attivare l’assistenza psicologica prevista dal protocollo a mezzo di bandi appositi, da pubblicare sui siti web delle direzioni scolastiche.
  • Qualora fosse già presente una figura psicologica nell’istituto è possibile incrementare le azioni di assistenza e supporto psicologici.
  • Ciascun Istituto scolastico abbia a disposizione, per il periodo settembre-dicembre 2020, risorse pari a € 1.600 che potranno essere integrate con ulteriori € 3.200 per finanziare la prosecuzione del servizio nel periodo gennaio-giugno 2021.
  • Siano definite a livello nazionale e regionale le modalità di individuazione del professionista psicologo.

Il Protocollo d’Intesa e le conseguenti iniziative rappresentano un’interessante opportunità per promuovere la salute della comunità scolastica e la figura dello psicologo può costituire una risorsa aggiuntiva per “rendere ogni scuola una Scuola che promuove salute”. Il supporto psicologico può assumere particolare rilevanza se coniugato con l’approccio globale promosso dal Modello della Scuola che Promuove Salute e dalle principali evidenze scientifiche internazionali. Risulta prioritario riconoscere “la titolarità da parte della scuola nel governo dei processi di salute” e offrire un “piano educativo strutturato e sistematico a favore della salute” “così che benessere e salute diventino reale “esperienza” nella vita delle comunità scolastiche” (SPS Lombardia, 2011; Accordo Stato-Regioni, 2019).

Per questo motivo la Rete della Scuola che Promuove Salute – Lombardia collabora con l’Ordine degli Psicologi della Lombardia (OPL) per l’attuazione del Protocollo nella nostra regione.

La “Rete delle Scuole che Promuovono Salute (SPS) – Lombardia” oggi coinvolge circa 500 Istituti scolastici lombardi di diverso ordine e grado. Nasce dall’Intesa, sottoscritta nel 2011 e rinnovata questo anno, tra la DG Welfare di Regione Lombardia e USR Lombardia per condividere il “Modello di Scuola che Promuove Salute” e recepire le indicazioni internazionali del network europeo “School for Health in Europe Foundation (SHE)”, promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e sostenuto dalla Commissione Europea. Tale approccio è oggi promosso a livello nazionale tramite il documento interministeriale “Indirizzi di “policy” integrate per la Scuola che Promuove Salute” (approvato il 17 gennaio 2019 in Conferenza Stato-Regioni) e il “Piano Nazionale della Prevenzione 2020 – 2025”.

La Rete SPS dall’inizio della pandemia Covid-19 si è attiva per supportare le scuole in questa fase di emergenza e nella diffusione di un modello globale di promozione della salute attento alle dimensioni bio-psico-sociali della salute e al ruolo educativo e sociale della scuola (per maggiori informazioni vedere il documento “Modello della Scuola che Promuove Salute e gestione dell’emergenza Covid-19” e il sito https://www.scuolapromuovesalute.it/covid-19-2/).

Alla luce di quanto appena scritto, il Coordinamento regionale della Rete delle Scuole che Promuovono Salute

  • Lombardia sottolinea l’importanza delle opportunità fornite dal Protocollo d’Intesa sul supporto psicologico a scuola e mette in evidenza la necessità di garantire alcune attenzioni per aumentare la sua efficacia e per integrarsi con altre azioni di promozione della salute realizzate in Lombardia:
  • Mantenere una focalizzazione sulla promozione della salute mentale, sulle risorse individuali e sociali presenti nelle comunità scolastiche e sulle dimensioni di positività, così da promuovere esperienze di benessere, resilienza e uno sviluppo salutare;
  • Evitare prospettive che sottolineino eccessivamente la dimensione del trauma o del forte disagio con gli studenti;
  • Mantenere una focalizzazione sull’ “approccio globale” promuovendo un’azione di supporto per ’Istituzione scolastica nel suo complesso e non per singoli soggetti;
  • Orientare il servizio psicologico a supporto del Dirigente scolastico per la gestione del personale scolastico e, in particolare, la promozione della salute degli insegnanti;
  • Orientare il servizio psicologico per la gestione e riduzione delle situazioni di disuguaglianza e fragilità, con attenzione sia agli studenti sia alle famiglie;
  • Evitare la promozione di iniziative che non riconoscano la titolarità della scuola e del corpo docente nel processo di promozione della salute e che favoriscano una delega ad un esperto esterno;
  • Valorizzare i programmi regionali e le buone pratiche già messe in atto per promuovere la salute mentale e che vedono un coinvolgimento attivo dei Dirigenti scolastici e dei docenti;
  • Rinforzare le competenze e le risorse del personale scolastico per garantire un cambiamento sostenibile e duraturo nel tempo.

Alcuni rappresentanti della Rete SPS parteciperanno agli incontri organizzati da OPL per promuovere il Protocollo e ulteriori riflessioni potranno emergere da parte delle Reti provinciali SPS.

Per maggiori informazioni:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here