Home Newsletter Notizie in rete del 30/11/2020

Notizie in rete del 30/11/2020

Covid-19: Stili di vita corretti Ministero della Salute www.salute.gov.it

Prestare attenzione, anche in questa delicata fase di emergenza sanitaria, al mantenimento di un sano stile di vita è molto importante per evitare che, una volta

superata la fase critica, si debba fare i conti, a livello individuake e collettivo, con un

incremento di tutte quelle malattie (diabete, malattie cardiovascolari, tumori e malattie respiratorie croniche) favorite o aggravate da comportamenti scorretti.

Per maggiori informazioni clicca qui


Stay Psysically Active during Self-Quarantine

World Health Organization Regional Office for Europe

www.euro.who.int

L’ufficio Europeo dell’OMS ha predisposto una Guida con suggerimenti su come rimanere attivi e in buona salute durante la quarantena.

Per maggiori informazioni clicca qui


Risorse utili per la ripresa

Centro Sovrazonale di Comunicazione aumentativa Milano e Verdello

– CSCA

www.sovrazonalecaa.org

Il CSCA mette a disposizione materiali di supporto emotivo e psicoeducativo nonché clinico per affrontare insieme questi “giorni sospesi”. Si tratta di storie e altre risorse pensate espressamente per bambini, adolescenti e famiglie.

Per maggiori informazioni clicca qui


Corsi, Convegni, Eventi

Emergenza Epidemiologica Covid-19: Elementi per il “contact tracing” (edizione aggiornata)

Corso FAD (disponibile fino al 21 gennaio 2021)

Istituto Superiore di Sanità

www.epicentro.iss.it

Il Corso è riservato agli operatori di sanità pubblica che svolgono attività di “contact tracing” (tracciamento dei contatti) nei Servizi sanitari. La ricerca dei contatti è una componente chiave delle strategie di prevenzione e controllo del Covid-19, in combinazione con l’individuazione precoce dei casi e in sinergia con altre misure come il distanziamento fisico e l’utilizzo di mascherine. L’obiettivo è quello di identificare rapidamente le persone esposte a casi esistenti, in quanto potenziali casi secondari, per interrompere le catene di trasmissione dell’infezione.

Per maggiori informazioni clicca qui


Salute Urbana e Disuguaglianze: come le Città hanno subito e possono contrastare gli effetti iniqui della pandemia?

World Health Organization Regional Office for Europe

www.euro.who.int

Nessuno studio sull’impatto del COVID-19 sulla salute può prescindere da una valutazione di come la pandemia si sia diffusa nelle città e abbia colpito le società urbane nel nostro Paese. Le città, infatti, sono state particolarmente vulnerabili al virus e alla sua trasmissione, a causa dell’alta densità abitativa, del numero di interazioni quotidiane tra gli abitanti, e in quanto nodi cruciali delle reti di collegamento nazionali. D’altro canto in molti casi, proprio in città si sono iniziati a fare i primi conti con l’impatto sociale dell’emergenza sanitaria in vasti segmenti della popolazione, mettendo in campo i primi tentativi di risposta.

Per maggiori informazioni vedi locandina allegata


Covid-19: la sorveglianza sanitaria in ambito lavorativo 2 dicembre 2020, online

Consulta Interassociativa Italiana per la prevenzione

www.ciip-consulta.it

Nell’ambito dei provvedimenti tecnici e legislativi emanati per l’emergenza sanitaria Covid 19, una particolare attenzione è stata rivolta al ruolo del Medico Competente e alla sorveglianza sanitaria in ambito lavorativo. In questo convegno/workshop Associazione Ambiente e Lavoro, con la partecipazione di CIIP, di rappresentanti della Associazioni mediche più rappresentative e delle istituzioni, intende aprire uno spazio di confronto e discussione.

Per maggiore informazioni clicca qui


Joint Action Chrodis Plus – Implementig Good Practices for Chronic Diseases

10 dicembre 2020, online Ministero della salute www.salute.gov

Nel 2016 il programma del Piano Regionale di Prevenzione 2015 – 2010 “Luoghi di lavoro che promuovono salute-Rete WHP- Lombardia” è stato candidato come Buona Pratica

nazionale dal Ministero della Salute nell’ambito della Joint Action Chrodis (2016) della Commissione Europea (Buone Pratiche per la prevenzione delle malattie croniche) superando con successo la valutazione (criteri di efficacia, trasferibilità, intersettorialità,

partnership, ecc.) e pertanto è stato valorizzato sul portale europeo di Buone Pratiche.

(https://webgate.ec.europa.eu/dyna/bp-portal/). Nella successiva Joint Action Chrodis+ (2017-2020) finalizzata, tra l’altro, al trasferimento di Buone Pratiche validate in paesi/regioni europei, Regione Lombardia, su mandato del Ministero della Salute, ha supportato e accompagnato la Regione Andalusia nella implementazione locale del programma lombardo. Durante l’evento nazionale del 10 dicembre saranno presentati, tra l’altro, i risultati della implementazione spagnola dell’esperienza lombarda.

Per maggiori informazioni clicca qui


Ripensare la Società nelle emergenze e nelle trasformazioni globali con Max Weber 100 anni dopo

14 – 18 dicembre 2020, online Associazione Italiana di Sociologia www.ais-sociologia.it

L’idea-guida del Convegno è di cogliere l’occasione del centenario dalla morte di Max Weber per mettere a confronto diverse categorie fondamentali della teoria weberiana

con le emergenze e le sfide presenti.

Per maggiori informazioni clicca qui


Report, documenti, articoli

Alcohol consumption and sustainable development World Health Organization Regional Office for Europe www.euro.who.int

Il consumo di alcol mina l’impegno delle Nazioni Unite nel raggiungimento di molti Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS), influenzando molteplici indicatori riguardanti lo stato

di salute della popolazione (malattie infettive, infortuni stradali, salute dei bambini, ecc.)

nonché quelli riguardanti lo sviluppo economico e sociale, all’ambiente e all’uguaglianza. L’Ufficio regionale dell’OMS per l’Europa ha realizzato la scheda “Alcohol consumption

and sustainable development” (Consumo di alcol e sviluppo sostenibile) che rappresenta

un richiamo all’attenzione sulle barriere rappresentate dal consumo di alcol verso il raggiungimento degli OSS delle Nazioni Unite.

Per scaricare la scheda clicca qui


Indicazioni ad Interim per un Appropriato Sostegno alle Persone con Demenza nell’attuale scenario della Pandemia di Covid-19

Istituto Superiore di Sanità

www.epicentro.iss.it

Le persone con demenza devono essere protette e supportate in modo mirato nell’attuale scenario pandemico. In diversi Paesi europei, tra cui l’Italia, circa il 20% dei decessi per COVID-19 si è verificato in questo specifico segmento di popolazione, probabilmente per effetto della difficoltà ad aderire alle norme igienico-sanitarie e di salvaguardia individuale e della comune presenza di patologie croniche concomitanti. L’obiettivo di questo Documento è di fornire ai professionisti sanitari e socio-sanitari e ai caregiver alcune indicazioni pratiche per prevenire il contagio e fornire il supporto necessario a tutte le persone con demenza.

Per scaricare il rapporto clicca qui


Supporting healthy urban transport and mobility in the context of Covid-19

World Health Organization

www.who.it

Il documento prodotto dall’OMS approfondisce le misure da implementare nel settore dei trasporti, durante la pandemia da Covid-19, in modo da garantire spostamenti in sicurezza.

Per scaricare il rapporto clicca qui


Giovani ai tempi del Coronavirus. Una generazione in lockdown che sogna un futuro diverso

Osservatorio Giovani

www.rapportogiovani.it

Osservatorio Giovani ha svolto la Prima Indagine Internazionale su Condizioni e Aspettative delle nuove generazioni all’apice del lockdown, condotta tra fine marzo e inizio aprile 2020, su un campione di 2.000 persone, rappresentativo dei residenti in Italia tra i 20 e i 34 anni (e campioni di 1000 coetanei spagnoli, francesi, tedeschi e britannici).

Per scaricare il rapporto clicca qui


Il Post Lockdown: I rischi della transizione in chiave di genere Istituto Nazionale per le Politiche Pubbliche

www.inapp.org

Dopo il lockdown il rientro al lavoro non è stato uguale per tutti. Le differenze di genere si sono amplificate e a rimetterci sono state principalmente le donne lavoratrici che hanno pagato il prezzo più alto della crisi.

Per scaricare il rapporto clicca qui


Qual è il rischio di incrociare una persona “Covid positiva” che non sa di esserlo?

Scienza in rete

www.scienzainrete.it

È convinzione condivisa che siano molti i soggetti inconsapevoli della loro positività al Covid-19. I dati di cui oggi disponiamo riguardano i soggetti che sono conteggiati nella prevalenza dei contagi attivi, cioè che sono attualmente considerati dal Sistema Sanitario come attivi al virus. In questo articolo, Cesare Cislaghi calcola la probabilità di incontrare un positivo che non sa di esserlo.

Per leggere l’articolo clicca qui


Il Programma “Luoghi di Lavoro che Promuovono Salute – Rete WHP Lombardia” pubblicato nella Banca Dati Pro.Sa e riconosciuto Buona Pratica Trasferibile nella Promozione della Salute www.promozionesalute.regione.lombardia.it

Il Programma “Aziende che Promuovono Salute – Rete WHP Lombardia” si fonda sui principi della Promozione della Salute negli ambienti di lavoro” (WHO) e ha quale obiettivo

generale di promuovere cambiamenti organizzativi nei luoghi di lavoro al fine di renderli ambienti favorevoli all’adozione consapevole e alla diffusione di stili di vita salutari,

concorrendo alla prevenzione delle NCDs.

Da novembre 2020 “Rete WHP Lombardia” è compreso fra le Buone Pratiche Trasferibili della Banca Dati Pro.Sa., Banca dati on line nazionale di progetti, interventi e politiche di

prevenzione e promozione della Salute.

Per maggiori informazioni clicca qui


Promozione dell’Allattamento al Seno (TAS), delle Società Scientifiche e degli Ordini e delle Associazioni professionali

Ministero della salute

www.salute.gov.it

L’allattamento rappresenta una componente vitale del diritto di ogni bambino di poter raggiungere il proprio massimo potenziale biologico: tale obiettivo va raggiunto sostenendo ogni madre al fine di permetterle di esercitare il diritto di prendere una decisione consapevole sull’alimentazione del proprio figlio. I professionisti della salute hanno un ruolo fondamentale nel sostenere tali diritti e nel fornire, quando richiesto, un supporto che risulti concreto ed efficace. Promuovere, proteggere e sostenere l’allattamento significa tutelare la salute materna e quella infantile, ridurre i costi socio- sanitari e ambientali e indurre un cambiamento culturale e organizzativo nelle strutture sanitarie.

Per scaricare il rapporto clicca qui

Articolo precedenteVideo-laboratori sulle life skills
Articolo successivoDipendenza da videogiochi: il gaming patologico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here